Come realizzare newsletter di successo


MailingAlto


NewsletterCome realizzare newsletter di successo

Come è ormai noto, molti utenti della rete attualmente dedicano più tempo alla lettura della propria posta elettronica rispetto al tempo dedicato alla navigazione dei siti web. Anche se il tuo sito rappresenta la vetrina della tua attività, il posto in cui si concludono le vendite è nelle caselle di posta. L’email è uno dei mezzi più potenti per dialogare con i visitatori del sito, con gli acquirenti e i potenziali clienti.
come realizzare newsletter di successo
1. Evita i filtri AntiSpam
La maggior parte dei provider attualmente usa meccanismi di protezione anti spam rigorosi e complessi. Questi bloccano i messaggi non sollecitati, spesso ancor prima che questi raggiungano le caselle dei destinatari. I filtri AntiSpam fanno una valutazione della pertinenza del messaggio, e secondo criteri prestabiliti, assegnano un punteggio al messaggio, che se supera un limite prestabilito da loro o dal destinatario, sono contrassegnati come SPAM. I destinatari poi potranno decidere di aprire comunque questi messaggi, ma statisticamente oltre il 90% dei messaggi contrassegnati come SPAM verranno cestinati senza ulteriore analisi da parte del destinatario. Per approfondire l’argomento leggi anche l’articolo “Come evitare i filtri AntiSpam”.

2. Massimizza il Click-Trough rate
In modo simile alle pagine web, anche i messaggi e-mail potranno contenere testo, grafica e link.
La struttura della pagina del messaggio email formattata HTML, può facilitare oppure ostacolare alcune operazioni, tra cui quella di cliccare il link che porta alla pagina che contiene il prodotto o l’offerta.
Numerose ricerche ci dimostrano che la maggior parte degli utenti rispondono meglio ad un link testuale che non ad un banner o un bottone grafico. Se includi dei link nel tuo messaggio, cerca di inserirlo in formato testuale, sottolineato, e di colore blu, possibilmente in grassetto. Questo porterà la maggior parte di click trough, con l’implicito aumento delle conversioni o vendite.

3. La forza della personalizzazione
In quali di queste situazioni ti gireresti in un supermercato: se senti qualcuno dietro a dire “Ciao”, oppure se senti “ciao Mario”? . La forza della personalizzazione dovrà essere implementata nei tuoi messaggi e-mail. Infatti, iniziando il messaggio con “Salve <nominativo>”, invece di dire semplicemente “Gentile membro della lista”, puoi incrementare sia i click trough sia le conversioni di oltre il 100%. Per quale ragione? Perché i sottoscritti sentiranno che sono già in relazione con te e daranno quindi maggiore fiducia ed attenzione a quello che scrivi.

4. Rimozione con un click
Se vuoi che la tua lista cresca, avrai bisogno di 2 cose: una doppia procedura opt-in e una semplicissima procedura di opt-out. Secondo le norme europee è obbligatorio fornire il link per la rimozione della lista. Questo link dovrà portare ad una pagina – cortese – da dove l’utente deve essere in grado di rimuoversi con un clcik dalla tua mailing list.

5. Conferma della sottoscrizione
Non rischiare di essere accusato di spam. Usa sempre una procedura opt-in composta da due fasi. Dopo di aver lasciato il suo indirizzo e-mail, l’utente sottoscritto deve ricevere un messaggio di verifica e di conferma. In questo e-mail ci deve essere un link che porta ad una pagina di ritorno al tuo software email-marketing, tramite la quale si verifica che la casella sia dell’utente giusta. Solo in questa fase, dopo la conferma, l’indirizzo e-mail sarà inserito nel database della mailing list.

6. Martedì / Mercoledì = più risposte
Alcuni studi hanno mostrato che i giorni migliori per l’invio dei messaggi alla lista sono il Martedì e Mercoledì. Sono questi i giorni nei quali c’è la maggiore recettività e disponibilità di comunicazione, quindi in questi giorni avrai maggior probabilità di essere letto e avere click sui link, quindi vendite.
Nei giorni di Lunedì tutti sono ancora a riprendersi dal weekend, e tutti hanno maggior quantità di lavoro ordinario da svolgere. Giovedì e Venerdì sono già con il pensiero al weekend. Anche noi abbiamo osservato che la risposta migliore arriva Mercoledì, dopo pranzo. Puoi temporizzare l’invio dei messaggi durante l’ora di pranzo, quando c’è anche meno traffico abituale, in modo tale da consegnare il materiale da leggere subito dopo il ritorno dalla pausa pranzo.

 
 
VideoScopri Mailing Project AcquistaPrezzo / Acquista demo2Demo Gratuita
 

   DataBase eMail

  DataBase email delle aziende italiane ed internazionali per campagne di email marketing. Selezionabili per area geografica /categoria / fatturato/numero dipendenti.
garanzia 100 % mail funzionanti  sempre aggiornate e autorizzate alla privacy
 
   
 
Share